Mamma? Non è vero che sono tutte belle le mamme del mondo

Qualche giorno fa si è svolto il primo incontro genitori – insegnanti presso l’asilo di mio figlio, questo mi ha dato l’occasione di spalancare la finestra sul mondo delle mamme e forse sarebbe stato meglio tenerla chiusa.

disegno-dumbo-e-mamma-colorato-300x300

La mamma nell’immaginario collettivo è un essere superiore, una donna dolce e sempre disponibile, con un’espressione perennemente gentile e i modi di un’eroina delle fiabe, ma credetemi non sempre è così!

Il giorno dei colloqui stavo malissimo, mal di gola, raffreddore e attacco di cervicale combinati insieme, il colorito come quello di un cadavere e i capelli in disordine, ovviamente la mia ansia da prestazione mi ha spinta a uscire dall’ufficio un pò prima per correre a casa, darmi una sistemata e fingere uno stato di benessere.
Stranamente arrivo in anticipo ma già trovo altre mamme a chiacchierare fuori scuola, ovviamente non ne conoscevo manco una (visto che la mattina facciamo sempre tardi e non ho mai tempo di fermarmi a chiacchierare), saluto e mi mette in un angolo e arriva subito la precisina di turno che mi intima di rispettare la fila, chiedo scusa e le dico che pensavo che l’incontro fosse di gruppo e che non ci fosse una fila e lei mi guarda con espressione arcigna e furba di chi non si fa fregare. Mi sistemo alla fine della fila.
Finalmente le maestre aprono il cancello e ci lasciano entrare ed io sono attentissima nel rispettare la fila, non vorrei che quella mamma precisina mi tirasse un pugno.

 

 

Siamo tutte in fila in unico ambiente ed io ho l’occasione di osservarle per bene:

1) La precisina
la mamma precisina oltre a tenere in ordine la fila si occupa anche di dare consigli non richiesti e ovviamente giudizi sui cupcake preparati da un’altra mamma ad una festa di compleanno, con frasi del tipo: “erano mollicci, non doveva utilizzare lo zucchero a velo, io l’avevo avvisata ma non mi ha voluto ascoltare”, tutto condite dalla risata più rumorosa che io abbia mai sentito.

2) La mamma perfetta con il figlio perfetto
“mio figlio alle 19.30 è già a letto” sentendo questa frase mi giro con gli occhi sgranati e le chiedo come facesse a farlo addormentare così presto (Franci va a dormire intorno a mezzanotte) e lei parte dicendo che è colpa mia (e te pareva) che lo faccio riposare il pomeriggio, si ma se mio figlio il pomeriggio non riposa è una tragedia e inizia con i noti “picci di sonno” che possono andare dal voler mettere i sandali estivi in pieno inverno, a svuotare il mobile delle pentole e sbatterle a terra, oppure crollare da solo sul divano intorno alle 17.00 e di conseguenza andare a nanna alle due mattino. Quindi le ho sorriso e dentro di me le davo un bastone in testa.

3) La mamma perfetta che dice sempre NO!
“Mio figlio NON ha mai avuto il ciuccio, mio figlio NON mangia quelle schifezze preconfezionate, mio figlio NON hai mai avuto il latte artificiale” e così via all’infinito
OH, Sorella rilassati!

4) La mamma pancabbestia
Quando ho visto questo raro esemplare di mamma, memore del mio passato da adolescente pseudotale, i miei occhi si sono illuminati, ho visto una spiraglio di imperfezione e mi sono avvicinata sperando di trovare un essere più simile a me. Già immaginavo i nostri figli giocare assieme mentre noi parliamo di musica e cinema, già immaginavo di non dovermi sentire imperfetta, ma lei niente non mi ha cagato di striscio.

E potrei continuare per ore, ma il problema sta nel fatto che sono fondamentalmente timida e che io in questo universo di mamme non mi ci ritrovo ancora, non capisco come si possa parlare per ore di pannolini e creme per il sederino, sarà che ho solo amiche senza figli e questo è tanto uno svantaggio quanto un vantaggio quando si ha bisogno di evadere un pochino.

Le mamme in generale dovrebbero ricordarsi di essere prima di tutto donne, ma questo è un discorso vecchio come il mondo.

Ad ogni modo la soddisfazione più grande è stata quando la direttrice della scuola mi ha chiamata e mi ha fatto saltare la fila, dicendo: ” Signora, venga per prima così torna subito a casa da Francesco visto che ha la febbre”

E così ho scavalcato la fila sorridendo vittoriosa alla mamma precisina! (Tiè!)

Commenti

Giovanna

Sei la mamma più simpatica di sicuro.

Scrivi una risposta o commento.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *