Un nuovo locale, nuovi eventi, nuove idee… A Caserta

Da settembre 2017, in un portone, su una delle arterie principali della città di Caserta, a ridosso della Reggia, quattro amici, esperti nel settore della ristorazione, hanno messo mano alla tasca e deciso di rilevare quella che prima era una vecchia scuola di danza. Ad indicare questo posto, troverete un’insegna curiosa con sopra un gallo dalla cresta rossa e la sua coda imponente, forse a voler evidenziare un’impresa fatta tutta al maschile e, con sotto, un altrettanto curiosa scritta che dice SAY PLEASE. E che cos’è questo posto?

Un locale originale sia per il suo motive life, come suggerisce il nome stesso, dove cortesia e gentilezza la fanno da padrone,  sia  per la scelta degli interni, diversi a secondo del tipo di servizio. L’area ristorante, con i suoi 55 coperti, si presenta sobria ed elegante: parquet, colori tenui e mise en place sono in perfetta armonia tra loro, a differenza di  quella bar, molto più ampia, che trova il suo perché nella diversità.  Originalità, buon gusto e  un ‘aria vintage caratterizzano quest’ambiente che si presenta con il suo lungo bancone insieme alle numerose etichette tra  vini e distillati rigorosamente a vista. Divani, sedute, suppellettili, specchi e mobili corredano il tutto in perfetto stile anni cinquanta, catapultandoti nel set di C’ERA UNA VOLT’A L’AMERICA. Al lato opposto il bancone, un’enorme vetrata separa il bar da quello che io considero il vero fiore all’occhiello di questo posto: un bellissimo giardino, con sedute in vimini bianche, alberi da frutto, portavasi al muro e lei,  una fontana d’epoca al centro, che all’occasione, si tramuta in frigorifero per le bevande in bottiglia. Una chicca così, verrà certamente sfruttata anche in inverno, considerato il nostro clima invidiabile.

La sensazione che si prova a mano a mano che ci si addentra in questo posto, è quella di essere dentro una  matrioska, dove però ogni bambolina è diversa ed unica per stile ed originalità.

Scommessa dei titolari è quella di voler dedicare anche ad una proposta di contenuti stilosa quanto originale al pari degli interni, che vada ben oltre il semplice servizio di ristorazione, al fine di rendere il  Say please un polo di interazione culturale e sociale, scegliendo  un programma di eventi ad hoc che sposino la sua peculiare natura. Capofila degli eventi, apre la stagione domenica 19 novembre l’idea di tre amiche.Uno swap party dedicato alle donne, di età compresa tra i 30 e i 50, le quali saranno invitate a scambiarsi i loro capi d’abbigliamento ed accessori vari che, per millemila motivi, sono li nei loro armadi intonsi ed ancora cartellinati. Una reale occasione di scambio, divertente ed originale improntata sull’idea del baratto, del riutilizzo e della socialità, tutti temi questi che sposano perfettamente lo spirito della location ospitante. Per i dettagli dell’evento clicca qui.

Il dinamismo di una città si percepisce dalle idee che nascono e che riescono poi a concretizzarsi, al fine di rendere più bello il posto in cui viviamo,  e Caserta, quando si impegna, pare non essere seconda a nessuno.

Post di Viola Bottalico

Scrivi una risposta o commento.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *